Fondazione Nord Est

Fondazione Nord Est nasce nel 1999 per contribuire a rafforzare l’immagine di un Nord Est oltre le rappresentazioni distorte e gli stereotipi diffusi nel resto del paese. L’obiettivo era quello di accompagnare un nuovo racconto dell’area ripercorrendone e valorizzandone le caratteristiche positive dal punto di vista sociale e economico, avendo in mente lo scenario economico globale.

L’evolvere del contesto nazionale, il venir meno delle differenziazioni sociali ed economiche e l’impatto della crisi hanno richiesto alla Fondazione Nord Est di assumersi l’impegno di focalizzare la propria attenzione in primo luogo sulle strategie delle imprese e sulla loro capacità di operare nei mercati internazionali e sugli strumenti e le azioni necessarie da parte dei diversi soggetti coinvolti, associazioni di rappresentanza, sistema della formazione, imprese, politica, per riprogettare un ecosistema adeguato al nuovo modello competitivo. Non in una logica di rivendicazione, ma ponendosi a servizio dell’intera nazione per offrire spunti di rinnovamento e visione futura.

Gli obiettivi della Fondazione sono:

  • analizzare i principali trend economici del sistema industriale;
  • proporre soluzioni concrete ai problemi dell’area (viabilità, logistica, reti telematiche, finanza, formazione, ricerca e sviluppo, innovazione, mass media);
  • diventare l’interlocutore dell’Unione Europea per le politiche regionali, in collegamento con le altre aree forti europee;
  • fornire strumenti di analisi, comprensione e informazione su temi politici, economici e sociali, con particolare attenzione allo scenario internazionale e agli effetti sull’ambiente produttivo;
  • valorizzare le risorse intellettuali presenti nell’area.

Le attività principali della Fondazione sono:

  • la realizzazione di news letter o di altri documenti che in modo sintetico propongono periodicamente analisi, riflessioni, notizie su temi di interesse internazionale, nazionale e locale;
  • la realizzazione di ricerche e studi su temi di interesse del Nord Est, anche utilizzando strutture esterne già esistenti;
  • l’elaborazione di proposte di soluzione a problemi specifici dell’area da presentare alla classe politica ai diversi livelli ed agli organismi nazionali ed internazionali;
  • la costituzione di un osservatorio permanente delle aree forti, che consenta di comparare fra di loro, considerando le diverse variabili politiche, istituzionali, sociali, economiche, culturali, aree europee e non, che abbiano caratteristiche simili al Nord Est.