Nuovo continente

0

Nuovo continente: un percorso a supporto delle imprese

Si parla molto di banda larga, ma esiste in Italia un deficit di cultura nell’utilizzo delle opportunità offerte dal digitale che non permette alle imprese, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, di sfruttare a pieno le potenzialità offerte da una presenza qualificata e di valore nelle nuove piattaforme del commercio elettronico.

Per questo Fondazione Nord Est e Unicredit avviano una nuova collaborazione con l’obiettivo di offrire alle imprese italiane e nordestine un percorso di accompagnamento per acquisire le conoscenze e gli strumenti necessari per valorizzare le opportunità di internazionalizzazione attraverso il commercio digitale quale occasione di promozione e sviluppo di realtà imprenditoriali di piccole e medie dimensioni.

Il progetto, che non prevede la creazione di una nuova piattaforma di commercio elettronico, consentirà alle imprese di confrontarsi con grandi player nazionali e internazionali, come Google, che hanno già dato la loro disponibilità a condividere informazioni, conoscenze, strategie utili e necessarie per sviluppare una presenza di qualità nei nuovi confini promozionali e commerciali offerti dalla rete.

Per il futuro i dati disponibili descrivono una crescita esponenziale del valore internet economy in Italia: potenzialmente dai 32 miliardi di euro del 2010 ai 59 miliardi del 2015, con ricadute importanti per le imprese presenti nel mercati del commercio elettronico in termini di volume di ordini e di fatturato.

Tuttavia, i dati sull’alfabetizzazione digitale delle imprese italiane evidenziano un gap tra una diffusa presenza delle stesse nel mondo di internet e l’effettiva capacità o disponibilità ad utilizzare i nuovi strumenti disponibili – dal sito web (67,3%), ai social media (24,7%) al commercio elettronico – che appaiono fortemente sottodimensionati rispetto al potenziale.

La partecipazione delle imprese italiane al potenziale competitivo offerto dal commercio elettronico è oggi ancora ampiamente sotto la media europea: solo il 5% delle imprese con più di 10 addetti ha ricevuto ordini on line negli ultimi 12 mesi a fronte di un dato medio pari al 14% e ad alcune punte di eccellenza in Europa con valori prossimi al 25%.

Il mancato pieno sviluppo delle potenzialità offerti dalla rete è solo in parte attribuibile a un ritardo nell’infrastruttura digitale: la banda larga infatti è ampiamente diffusa a livello italiano con una copertura tra il 95 e il 100% per quanto riguarda una connessione di base anche se appare rilevante il vantaggio delle aree urbane rispetto alle aree rurali, dato che influisce notevolmente in aree come quella nordestina in cui le imprese sono fortemente diffuse fuori dagli spazi urbani.

Viceversa appare rilevante quanto esista ancora un sottoutilizzo degli strumenti digitali da parte delle popolazione italiana: il 34% degli italiani tra i 16 e i 74 anni non hanno mai utilizzato internet negli ultimi 12 mesi, mentre questo dato scende a 14 in Francia, 13 in Germania, 4 in Svezia. Questo dato riflette certamente due elementi: da un lato una forte presenza di persone anziane e dall’altro una quota rilevante di donne non attive sul mercato del lavoro che presentano livelli molto limitati nell’utilizzo della rete.

Fondazione Nord Est propone 4 focus territoriali e settoriali sul food, il tessile, meccanica e design in cui le imprese potranno incontrarsi con i player internazionali dell’e-commerce e confrontarsi con esperienze imprenditoriali di successo.

A corredo sono stati realizzati alcuni studi preliminari sulla cultura digitale in Italia e sull’uso del digitale come strumento di internazionalizzazione.

Report ItaliaDigitale

Presentazione in formato power point della ricerca su digitale e internazionalizzazione

Condividi.

Lascia un commento