Capitale umano per competere: tra internazionalizzazione e innovazione

0

Le imprese, per competere nei mercati internazionali, devono puntare sull’innovazione e sulla qualità del capitale umano.

Le nuove sfide competitive a livello globale hanno riportato al centro del dibattito i “temi classici” della managerializzazione delle imprese familiari e del passaggio generazionale. La prospettiva di evoluzione da forme di internazionalizzazione trainate dal mercato a forme di internazionalizzazione più articolate richiede nuove competenze. Il tema della managerializzazione dell’imprese è strettamente legato alla capacità di attirare le “persone giuste” e non solo a livello di top e middle management. Evoluzioni complesse come quelle legate all’internazionalizzazione e alla digitalizzazione dei processi richiedono competenze pregiate e la capacità di leggere e poi gestire i cambiamenti che stanno avvenendo nel mondo del lavoro

Le chiavi per l’innovazione: formare e far crescere.

Investire nella formazione delle risorse umane che un’azienda decide di ingaggiare significa creare l’ambiente migliore in cui l’innovazione possa mettere radici e crescere. L’innovazione infatti richiede di essere gestita da figure professionali ibride, che coniughino le competenze tecniche, gestionali, professionali o relazionali dei mestieri consolidati con le nuove competenze informatiche e digitali, con le abilità di comunicazione e interazione nei social network, e infine con le modalità di collaborazione in ambienti di lavoro meno gerarchici e strutturati, più tecnologici e dinamici.

L’innovazione quindi richiede competenze trasversali e complesse, che né il mondo del lavoro né il mondo della formazione da soli sanno dare: è l’unione fra queste due dimensioni che può realmente produrre le skills e le expertise necessarie per creare un capitale umano di qualità.

Il mondo della formazione si sta attrezzando, con programmi di didattica esperienziale e con un coinvolgimento sempre maggiore con il mondo dell’impresa. Nel frattempo però, quest’ultima, non resta a guardare, e sono sempre più numerose anche in Italia le esperienze di Accademy aziendali, di Corporate University e di altre modalità di formazione legata alle aziende.

Per Unicredit, Fondazione Nord Est ha mappato ha approfondito alcune delle esperienze più significative dalle imprese del Nord Est e realizzato un video per presentarle al “Forum Nord Est” del 27 ottobre 2017.

Condividi.